Il nostro programma di lavoro per Instant Developer Foundation 21.5 prevedeva di dare risposte concrete alle richieste degli sviluppatori della Community.

Lo abbiamo fatto implementando un numero consistente di novità, miglioramenti e modifiche: questa volta è stata superata abbondantemente quota 100.

Ma non solo… Apple ha rispettato il suo appuntamento autunnale con il rilascio di una nuova versione del suo sistema operativo mobile? Nessun problema, perché con Foundation 21.5 ti basta ricompilare per aggiornare le tue app a iOS15.

Vediamo nel dettaglio alcune delle nuove implementazioni.

L’importanza della Community

Per Instant Developer 21.5 abbiamo selezionato le richieste di implementazione provenienti dai tanti canali che il nostro reparto Produzione segue sempre con attenzione. In particolare, mi riferisco al Forum di Instant Developer, alle relazioni provenienti dai ticket gestiti dal Team di Assistenza di Instant Developer e alle proposte che vengono inserite direttamente nell’Area Clienti e nel sistema di collaborazione Together.

Il lavoro di selezione ci ha portato a identificare e implementare più di 100 suggerimenti che, per una release intermedia, sono sicuramente un bel valore aggiunto, da sfruttare subito.

Ad esempio, la novità che rende più semplice e veloce il debug delle applicazioni. Nella toolbar del modulo di debug di Foundation 21.5 trovi infatti un nuovo pulsante che permette di ricaricare l’elenco delle richieste senza dover ricaricare l’intera videata del debug. Fare il debug diventa così più facile soprattutto nei casi in cui devi interagire sia con la videata dell’applicazione che con quella del debug per seguire il comportamento delle applicazioni web.

Lasciare concentrare il programmatore sulla logica dell’applicazione evitando inutili perdite di tempo è uno dei princìpi alla base della filosofia di Instant Developer. E a ogni release aggiungiamo tessere più o meno grandi alla composizione di questa idea di fondo.

In Foundation 21.5, uno dei tanti miglioramenti che vanno in questo senso riguarda i parametri Phase e Reason degli eventi BeforeSave e OnValidate. Nelle versioni precedenti questi parametri erano numeri interi, dei quali il programmatore doveva ricordare i possibili valori aprendo la documentazione. Ora sono state introdotte liste valori che rendono più semplice identificare i possibili stati e rendono il codice più leggibile. Semplice ma molto efficace!

Una tessera altrettanto efficace nell’ottica di semplificare il lavoro dei programmatori è la novità che permette di ottenere il numero di righe trovate all’interno dei cicli for-each-row. Così è più facile, per esempio, presentare una progress bar all’utente in caso di operazioni lunghe.

Per noi la sicurezza è fondamentale. E anche nella release 21.5 ci siamo concentrati su questo aspetto aggiornando il driver .NET per PostgreSQL, che viene automaticamente distribuito da Instant Developer e copiato nella cartella Bin dell’applicazione quando questa utilizza uno o più database PostgreSQL. La nuova versione del driver supporta una nuova modalità di autenticazione più sicura inserita nella versione 13 di PostgreSQL e attivata per default durante l’installazione del database.

Aggiornamento ad Apple iOS 15

Una nuova release di un sistema operativo o di un browser è per i programmatori (che non usano Instant Developer) una giusta causa di preoccupazione.

Noi ne siamo perfettamente consapevoli perché uno degli altri princìpi fondamentali su cui si basa il nostro lavoro è proteggere i programmatori che sviluppano applicazioni con Instant Developer dai problemi causati dalle breaking change.

Noi li conosciamo tutti ma non vogliamo che tu te ne debba preoccupare. Per questo, iOS 15, anche se rilasciato solo qualche settimana fa, è già supportato in Foundation 21.5. Anche il template utilizzato da Instant Developer Foundation per la creazione dei pacchetti per dispositivi Apple è stato allineato all’ultima versione di XCode.

Ti basta quindi installare la nuova release e ricompilare le app iOS per stare al riparo da qualsiasi problema, piccolo o grande, che potrebbero sperimentare i tuoi utenti.

L’Editor Web con una marcia in più

Tra le tante novità della release principale (la 21.0) di Instant Developer Foundation, una di quelle a cui avevamo dato maggiore risalto è stata l’introduzione dell’IDE Web.

Un cambio di prospettiva che è stato accolto con entusiasmo, anche se l’implementazione non era completa. Questo ovviamente ha permesso agli sviluppatori di utilizzare l’Editor Web principalmente per fare dei test. Grazie al feedback che abbiamo ricevuto tramite i canali che ho citato prima, abbiamo capito che è opportuno affrontare il completamento dell’Editor Web in modo diverso rispetto a quello che avevamo annunciato.

Per diverso intendo ampliare le possibilità di utilizzo da parte degli sviluppatori sfruttando pienamente la potenza del nostro sistema. Il frutto di questo cambio di programma, che ha appunto lo scopo di produrre un risultato nettamente migliore rispetto al progetto iniziale, non vedrà la luce in questa release intermedia, come originariamente previsto, ma sarà parte di una bella sorpresa che vi vogliamo fare tra qualche mese con Foundation 22.0.

C’è ancora molto di questa release che non ho potuto trattare qui perché il lavoro è stato veramente tanto (e mi ha dato tante soddisfazioni).

Per scoprire tutto, leggi le note di rilascio.

Buon lavoro!