La release 22.0 di Instant Developer Foundation sintetizza un progetto di evoluzione che ha un preciso obiettivo: permettere agli sviluppatori di modernizzare il proprio software in modo semplice.

Da oggi puoi infatti far girare le tue applicazioni con Microsoft .NET 6 (.NET Core) e con Java Development Kit 17 (LTS) semplicemente ricompilandole.

E tra le tante altre novità di questa versione trovi la possibilità di attivare il Live Update per le app mobile, di serializzare le sessioni in C# e di integrare nel tuo software un nuovo componente Pivot Table.

Innovare è necessario e permettere agli sviluppatori di farlo liberandoli dai problemi causati dalle breaking change, che accompagnano sempre la modernizzazione del software, è uno dei traguardi a cui miriamo a ogni release.

Vediamo come ci siamo riusciti anche con Instant Developer Foundation 22.0.

Microsoft .NET 6

Come avevamo promesso nel webinar di maggio 2021, con Instant Developer Foundation 22.0 è possibile compilare le applicazioni con il nuovo motore .NET 6 (.NET Core) di Microsoft.

Questo nuovo motore può essere eseguito su tutti i dispositivi, non solo su macchine Windows.

Potrai quindi sviluppare applicazioni Web da installare su dispositivi mobile, desktop, IoT e cloud.

È proprio questo il vantaggio principale di .NET 6 rispetto ai tanti .NET precedenti. Grazie al rifacimento di tante parti del motore sottostante, ora il framework gira essenzialmente ovunque: dallo smartphone alla lavatrice.

Ma, per chi non usa Instant Developer Foundation 22.0, passare da un’applicazione basata su una versione precedente di .NET al framework della versione 6 sarebbe molto complesso. L’entry point delle applicazioni è stato infatti completamente riscritto: sono stati cambiati i nomi delle classi, sono state riscritte interamente diverse API, sono state modificate le stesse modalità di creazione delle app. E queste sono solo alcune tra le differenze più rilevanti.

Il nostro lavoro ha quindi comportato la riscrittura da zero di ampia parte del codice per consentire agli sviluppatori di ricompilare il software in .NET 6 con un clic.

Java Development Kit 17 (LTS)

Il nuovo package JDK 17 (LTS) rappresenta il presente e il futuro prossimo della programmazione in Java. Oracle stessa considera infatti Java 17 lo standard corrente. Modernizzare il software per chi usa Java significa quindi aggiornare i sistemi a questa versione.

È per questo che abbiamo ricompilato e aggiornato la libreria del framework delle applicazioni utilizzata da Instant Developer Foundation per compilare le app in Java. Ora le tue applicazioni sviluppate con Foundation 22.0 possono infatti utilizzare la versione 17 del Java Development Kit.

Così come .NET 6, anche JDK 17 porta grandi novità nel mondo dello sviluppo di software. Tuttavia, l’introduzione di queste novità, ha causato breaking change globali, molto complesse da gestire.

Il vantaggio di chi usa Instant Developer Foundation è, semplicemente, che non le deve gestire, perché a questo ci pensiamo noi.

Live Update per app mobile

Con Foundation 22.0 puoi attivare il Live Update per le applicazioni installate dentro la shell nativa.

In questo modo riesci ad aggiornare le app senza sottoporle nuovamente alla procedura di aggiornamento degli store.

È tutto molto più semplice e veloce: ti basta pubblicare nuovamente l’app sul tuo server. E nel caso di piccole modifiche, correzioni o aggiornamenti frequenti, tu risparmi tanto tempo e i tuoi utenti sono più soddisfatti perché possono usare subito la versione più recente delle app.

Quando la modalità Live Update è attiva, la shell nativa verifica infatti automaticamente gli aggiornamenti e, se presenti, li scarica e li installa al successivo avvio dell’applicazione.

Serializzazione delle sessioni in C#

Con la release 22.0 puoi attivare la serializzazione delle sessioni in C#, come già potevi fare in Java. In questo modo sviluppi ed installi applicazioni web in C# su server dove le sessioni vengono serializzate su database e/o spostate su nodi differenti per ottimizzare il carico.

Un ulteriore vantaggio per la distribuzione delle tue applicazioni cloud.

Componente Pivot Table

Anche in Instant Developer Foundation 22.0, così come in Instant Developer Cloud 22.1, è stato reso disponibile un componente Pivot Table. È un elemento visuale che permette di disegnare tabelle pivot interattive in vari formati, sia tabellari che grafici.

Sono disponibili sia un esempio che include il componente, sia la documentazione di riferimento completa. L’esempio è utile anche per comprendere come integrare componenti di terze parti all’interno di un progetto Instant Developer Foundation.

Puoi integrare il componente incluso nel progetto di esempio anche nei tuoi progetti in modo completamente gratuito.

Se vuoi saperne di più sui componenti di Foundation, guarda questo webinar.

Novità, miglioramenti, correzioni

Alle novità più importanti si aggiungono oltre 100 tra nuove funzionalità, miglioramenti e correzioni, la maggior parte dei quali suggeriti dagli sviluppatori che usano Instant Developer Foundation. Trovi tutti i dettagli nelle note di rilascio.

Stavi aspettando il momento giusto per modernizzare il tuo software?

Aggiorna Foundation alla versione 22.0!