Aggiornamento degli application server PostgreSQL e Node.js, miglioramenti al sistema di gestione delle traduzioni e un nuovo componente tabella pivot. Sono queste le più importanti novità di Instant Developer Cloud 22.1.

Per portare a termine correttamente questo importante upgrade, che ti permetterà di aggiornare e rinnovare i  tuoi ambienti di sviluppo e produzione, è prevista l’esecuzione di alcuni passaggi in un ordine specifico.

Anche se le indicazioni sono disponibili da qualche settimana, un ripasso è essenziale perché il cambio di versione avvenga in modo semplice e rapido.

Vediamo nei dettagli quali informazioni devi conoscere.

Prima zero, poi 1

Innanzitutto, è assolutamente necessario rispettare la sequenza prevista.

Puoi infatti eseguire l’aggiornamento a Instant Developer Cloud 22.1 solo dopo aver installato la release 22.0, disponibile ormai da più di due mesi.

Per recuperare tutte le informazioni nel modo più completo e accurato possibile, ti consiglio di seguire la parte del webinar sulla release 22.0 che tratta proprio di questo passaggio. Cliccando qui arrivi direttamente al punto giusto del video.

Per inciso, se non hai ancora visto il webinar, non perderti il resto della registrazione perché ti permette di conoscere meglio la versione 22.0 con tutte le sue novità e i suoi miglioramenti.

Grandi novità nel segno della compatibilità

Con Instant Developer Cloud 22.1 aggiorni gli application server di base più importanti senza preoccuparti di dover risolvere eventuali breaking change.

PostgreSQL passa alla versione 13.3 e Node.js alla versione 16.4. Si tratta di due versioni LTS, la specifica che indica che verranno manutenute per un lungo periodo. Renderanno i server Instant Developer Cloud ancora più stabili, veloci e sicuri.

Per portare a termine questo passaggio, è necessario quindi l’aggiornamento dei server di sviluppo e di produzione Instant Developer Cloud. Per questo motivo l’upgrade non sarà invertibile.

Tuttavia, la compatibilità dei tuoi progetti con il framework di Instant Developer Cloud è assicurata. Infatti i progetti che funzionano con la versione 22.0 funzioneranno anche con la 22.1, in quanto il codice delle librerie non cambia. Consiglio comunque di testare i progetti perché le nuove versioni di PostgreSQL e Node.js potrebbero avere comportamenti leggermente diversi (che peraltro noi non abbiamo ancora riscontrato).

Nelle note di rilascio della versione Instant Developer Cloud 22.1 trovi anche informazioni sulle altre novità introdotte.

Segnalo in particolar modo il nuovo componente PivotTable e un esempio per provarlo subito. Un passo avanti per rendere ancora più efficiente e rapida l’implementazione di funzionalità richiestissime dagli utenti dei software gestionali.

Infine, una novità per chi sviluppa software per il mercato internazionale o per chi vorrebbe farlo ma sa quanto è complessa la gestione delle traduzioni. Abbiamo infatti migliorato in tanti aspetti il sistema di gestione della localizzazione linguistica. È tutto più semplice, intuitivo e veloce. Il lavoro del traduttore sarà più preciso grazie alla maggiore facilità di individuazione del contesto. In pratica, una versione 2.0 accompagnata anche da un nuovo manuale, che rende la Documentazione di Instant Developer Cloud ancora più ricca e completa.

La 22.0 è pubblica da più di due mesi. Gli automatismi per il passaggio alla 22.1 sono testati.
Insomma, ti abbiamo preparato tutto per l’upgrade.

A te non resta che pianificare il momento giusto e farlo!