Finalmente è arrivato il 2021, che porta subito tante novità per chi ha scelto Instant Developer Cloud per sviluppare sistemi software omnichannel. 

Progressive Web App (PWA)

Una delle più importanti new entry nel parco macchine della nostra piattaforma di sviluppo e distribuzione di applicazioni nel cloud ha proprio lo scopo di aumentare in modo decisivo le potenzialità omnichannel degli sviluppatori. 

A partire dalla main release 21.0 è infatti possibile configurare le applicazioni offline affinché sia possibile installarle come Progressive Web App. Il fatto di poter consentire all’utente di evitare di scaricare un’applicazione dall’app store e allo stesso tempo di percepirla come app nativa (grazie, per esempio, alla sua velocità, all’installazione automatica della sua icona specifica sullo schermo e alla possibilità di gestire notifiche push) apre a questo tipo di applicazioni una strada di successo. Proprio i dati statistici che ho trovato googlando qua e là mi hanno impressionato: agli utenti le PWA piacciono - e parecchio. Per esempio, bounce rate molto più basso e molte visualizzazioni di pagine in più rispetto alla navigazione sui siti, anche i siti mobile. 

Avere uno strumento per sviluppare Progressive Web App significa quindi avere un’arma in più per soddisfare le richieste dei clienti, in particolar modo nell’ambito dello sviluppo e-commerce, dove è fondamentale mantenere l’interesse dell’utente evitando l’abbandono. Ma il confine è solo quello che riesci a immaginare tu. 

Occorre considerare che le PWA sono più limitate rispetto alle applicazioni che si scaricano dagli store Apple e Google, quindi occorre comprenderne i limiti ed i casi d’uso. 

L’implementazione attuale è quella di base, ma siamo già al lavoro per riprodurre in ambito PWA molte delle operazioni possibili solo con i plugin nativi. Vogliamo rendere disponibili le PWA con supporto esteso in una versione intermedia 21.1 prevista per metà/fine marzo. 

Non appena questa versione sarà pronta, vogliamo presentare l’intero supporto PWA con un webinar per darti le informazioni che servono per sviluppare applicazioni web offline allo stato dell’arte. Spiegheremo in dettaglio come funziona una PWA e come configurare le applicazioni web offline affinché vengano viste come tali sui dispositivi dove vengono eseguite.

So che hai già voglia di provare la nuova release: come tutti gli sviluppatori, anch’io farei la stessa cosa. Dammi però un altro minuto perché di novità ce ne sono tante altre.

Definizione dei parametri del server Node.js

Una volta definiti nella console di Instant Developer Cloud tali parametri come coppie nome-valore, questi vengono resi disponibili a tutte le applicazioni installate sul server e automaticamente utilizzati dalle corrispondenti librerie del framework di Instant Developer Cloud. Così puoi definire, a livello dell’intero server, parametri che altrimenti andrebbero definiti all’interno del codice delle applicazioni. Per esempio password, chiavi di attivazione di servizi di terze parti, stringhe di connessione al DB, ecc… Una volta definiti i parametri, tramite la console è possibile leggerli all’interno delle applicazioni usando il metodo app.getParameter. Alcuni parametri (sendGridKey, stripeKey, gmapKey, apnKey, apnCertificate e gcmKey) vengono automaticamente letti ed utilizzati dal framework se definiti.

Aumento della velocità di importazione dei componenti

Il sistema, in fase di esportazione, riduce il numero di oggetti da esportare "comprimendo" il corpo dei metodi. Così facendo, in fase di importazione, il numero di oggetti che viene inserito nel progetto è ridotto e la procedura di importazione viene eseguita più velocemente. Per poter utilizzare la funzionalità, occorre esportare il componente con la nuova versione. A quel punto, quando il componente sarà importato, l'operazione sarà più veloce.

Apertura contemporanea di videate di codice multiple

Dalla versione 21.0 vengono aperte più istanze del Code Editor in una visualizzazione “tabbed view” e questo ti permette quindi di aprire videate multiple relative al codice (metodi ed eventi) contemporaneamente. Così puoi navigare più facilmente nel codice, soprattutto nel caso di algoritmi complessi. Per ripristinare il comportamento precedente, puoi chiudere tutte le pagine o solo alcune. 

Cruscotti e dashboard disegnati a regola d’arte

Abbiamo integrato l'elemento grafico canvas-gauge che permette di disegnare più facilmente cruscotti e dashboard. Guarda qui quanto sono belli e funzionali.

Stampa diretta

La nuova opzione print del metodo app.open permette di inviare direttamente in stampa i file richiesti. La stampa avviene mostrando una finestra di preview in cui l'utente può confermare o annullare la stampa.

Apertura di gruppi di DataMap via codice

Ora puoi controllare lo stato di espansione dei gruppi nelle DataMap con la proprietà expanded e definire la modalità di espansione automatica di tutti i gruppi fino ad un certo livello con la nuova proprietà expandedGroupLevels.

Non ti parlo qui ovviamente nel dettaglio dei più di 180 miglioramenti/correzioni introdotti in questa versione, che trovi tutti elencati nella documentazione.

OK, adesso ti saluto così puoi provare tutto. E puoi farlo anche con la nostra versione gratuita di valutazione: ti basta registrarti a questa pagina.

Buon lavoro!  

Photo by NASA on Unsplash