La rete 5G rappresenta uno degli avanzamenti tecnologici più attesi e discussi del 2020. Abbiamo già spiegato cos’è e quali prospettive offre, focalizzandoci soprattutto sulle sue caratteristiche tecniche (quali, per esempio, una latenza più bassa o una densità di connettività di circa 1 milione di dispositivi per chilometro quadrato) e sulle dirette conseguenze di queste specifiche, vale a dire una maggiore velocità di connessione, una maggiore affidabilità dei servizi mobile e una rinnovata capacità di gestione delle grandi masse di dispositivi. Oggi però guarderemo la cosa da un punto di vista differente, quello delle imprese: cercheremo cioè di capire quali opportunità di business potrebbe portare il 5G con riferimento ad alcuni settori specifici (vale a dire IoT, automotive e agricoltura). Ma procediamo per punti.

L’IoT e il 5G

Il settore dell’IoT - secondo recenti analisi di mercato condotte da numerose società quali ad esempio Unidata e Zenner – sarà influenzato enormemente dall’arrivo delle reti 5G. Una migliore e più veloce connettività equivale, infatti, a un parallelo sviluppo delle moltissime applicazioni dell’IoT. Le opportunità di business in questo campo sono numerose e diverse tra loro: dal punto di vista hardware, le analisi di IDC - società mondiale specializzata in ricerche di mercato e servizi di consulenza nei settori ICT - prevedono che in futuro ci sarà una sempre maggiore richiesta da parte delle aziende relativamente all’aggiornamento delle proprie strutture con le nuove specifiche di connettività. Si tratta di necessità fisiologiche, nell’ottica della digitalizzazione delle imprese (settore che vivrà un rinnovato interesse nei prossimi anni) e del raggiungimento di una migliore user experience per i clienti. 

Ma è dal lato software che si moltiplicheranno le idee “pionieristiche”. Il miglioramento tecnologico della rete 5G permetterà infatti di poter sviluppare (e sfruttare commercialmente) app e strutture informatiche completamente dedicate all’IoT. Le possibilità sono molteplici. A titolo puramente esemplificativo, basti pensare a:

- servizi di marketing di prossimità nei supermercati e nei negozi;

- comunicazione diretta e comandi a distanza con gli elettrodomestici della propria abitazione;

- aggiornamenti in tempo reale dei consumi casalinghi grazie a contatori energetici smart;

- giocattoli interattivi grazie ai quali poter rimanere in contatto con i bambini anche a distanza;

- interconnettività tra diversi dispositivi negli ambienti urbani;

- connessioni social allargate agli oggetti di uso comune;

- e molto molto altro ancora…

Automotive: nuove possibilità per la comunicazione tra auto 

Un’altra opportunità di business di notevole rilevanza è quella dell’automotive. Il settore automobilistico ben si presta all’unione con l’IoT ed in generale alle soluzioni smart. L’avvento del 5G farà superare anche le ultime resistenze in fatto di connettività lenta e connessioni inaffidabili, aprendo la strada a nuovi servizi. Tra i più importanti spicca quello della comunicazione tra veicoli: la possibilità di far connettere due autovetture non si esaurisce solo nel mero scambio di dati, ma soprattutto nella capacità di elaborare gli stessi in sinergia con le tecnologie di guida sicura e di analisi del traffico. Non solo: la rete 5G potrebbe rivelarsi una maggiore e più penetrante arma contro l’inquinamento, consentendo l’immagazzinamento dei dati sulle emissioni in tempo reale ed in maniera capillare, permettendo così di tenere sotto controllo costante i livelli di CO2. 

Agricoltura: un core business inaspettato per il 5G

Anche l’agricoltura, a prima vista lontana dalle novità in fatto di connessioni, rappresenta un settore di investimento strettamente legato al 5G. Un primo grande passo in avanti consiste nella possibilità di monitorare in tempo reale le colture, così da poter verificare continuamente l’andamento di tutto il ciclo produttivo, raccogliendo i dati ed elaborando più velocemente le analisi statistiche. Allo stesso modo sono già in via di utilizzo gli agricultural drones, droni capaci di irrorare i campi, registrare le piantagioni e rintracciare le zone più fertili. Va da sé che anche nel settore dell’agricoltura, come in tutti gli altri, si avverte la sempre più impellente necessità di adottare alcune delle tecnologie descritte per poter osservare e quindi diminuire l’impatto ambientale. Un tema, quello “green”, che ritorna e che sembra essere destinato ad un’attenzione sempre maggiore e trasversale ai diversi settori di mercato: un’urgenza che, per fortuna, potrà contare in futuro sull’impatto positivo di tutte quelle nuove tecnologie e quei nuovi dispositivi che sapranno sfruttare al meglio le possibilità introdotte dal 5G. 

5G: per le opportunità è solo questione di tempo

Ovviamente tutte queste nuove opportunità non saranno disponibili nell’immediato, perché la diffusione capillare della rete 5G non avverrà dall’oggi al domani. Stando al “Mobility Report” di Ericsson, infatti, la nuova rete impiegherà qualche anno prima di riuscire ad affermarsi completamente. Intanto, si parla di un probabile incremento economico pari a 251 miliardi di dollari entro il 2025 (con un tasso medio annuo di crescita del 97%) e del 40% della popolazione mondiale coperta dal 5G entro il 2026. D’altra parte, proprio in conseguenza delle ampie fasce della popolazione interessata, si stanno affermando con crescente forza le preoccupazioni riguardo eventuali effetti dannosi sulla salute (per ora comunque sempre smentiti dagli istituti sanitari più autorevoli). Ne deriva la necessità imprescindibile di campagne di informazione e comunicazione mirate a tranquillizzare gli utenti e a spiegare i benefici e i vantaggi del 5G. È ormai chiaro, infatti, che il 5G rappresenterà un importante momento di crescita e sviluppo, sia per gli utenti che per le aziende. 

L’imprenditore che vorrà cogliere le tante opportunità offerte da questa nuova rete dovrà però tenere a mente non solo l’incognita delle effettive tempistiche di diffusione, ma anche e soprattutto la necessità di una preparazione adeguata per poter sfruttare appieno le potenzialità del 5G. Dunque, sarà fondamentale non solo modificare e ottimizzare i sistemi e i processi logistici della propria impresa, ma anche aggiornare i propri prodotti con i nuovi standard di connessione senza però dimenticare tutto il tema della privacy e della protezione dei dati sensibili.