Dieci+ è una startup italiana che punta a digitalizzare un sistema scolastico ancora troppo legato alla tradizione cartacea. La società nasce nel 2018 da un’idea di Davide Maioli, giovane perito informatico che ha creato un sistema multi-channel cloud nativo per agevolare la collaborazione fra scuole, insegnanti, genitori e studenti, nonché la gestione stessa dei dati scolastici.

Come piattaforma per lo sviluppo e la gestione del progetto, Dieci+ ha scelto Instant Developer Cloud. La decisione è stata supportata dagli elevati livelli di produttività, di integrazione e di sicurezza garantiti. Con Instant Developer Cloud sono stati così pubblicati il sistema web e le applicazioni mobile per iOS e Android in appena due mesi dall’avvio del progetto, all’inizio dell’anno scolastico 2018-19.

Dieci+, dall’idea alla realizzazione con Instant Developer Cloud

L’idea di Dieci+ nasce in Davide durante il suo percorso di studi come perito informatico. La scuola stava portando avanti un percorso di aggiornamento e adattamento informatico, ma questo veniva affrontato in modo spesso tradizionale, antiquato, da persone che non erano di certo nativi digitali. Durante l’alternanza scuola-lavoro, Davide viene a conoscenza dell’esistenza di sistemi multi-channel cloud nativi e l’associazione tra il problema riscontrato a scuola e la possibile soluzione realizzata grazie a ciò che aveva appena scoperto è stata istantanea.

L’argomento lo appassiona così tanto che diventa oggetto del suo elaborato per l’esame di maturità: Davide studia tutto il progetto, dalla funzionalità del sistema alla User Experience ma, ormai giunti a metà luglio, due mesi sono troppo pochi per sviluppare una piattaforma già applicabile al successivo anno scolastico.

Davide, oggi, racconta: “Se una soluzione era possibile, doveva per forza passare dal trovare gli strumenti giusti. Mi serviva qualcosa di semplice da imparare, che mi permettesse di ottenere sia le applicazioni mobile che quelle web scrivendo il codice una volta sola, ma senza sacrificare le prestazioni e la User Experience: ho cercato, e ho trovato Instant Developer Cloud”.

Imparare ad utilizzare una piattaforma impiega del tempo ma, grazie allo Starter kit, il percorso di training-on-the-job per l’introduzione alla piattaforma Instant Developer Cloud, i tempi sono stati ridottissimi: un consulente ha seguito Davide passo passo guidandolo alla scelta e all’utilizzo delle migliori tecniche di programmazione. In questo modo è stato scelto il framework di sincronizzazione offline che rende possibile utilizzare l’applicazione anche senza connessione ad internet per poi far sì che i dati vengano condivisi nel cloud non appena questa torna disponibile. Con questa architettura è stato possibile risparmiare il 90% delle risorse cloud necessarie, riuscendo a tagliare i costi di esercizio e a farsi spazio in un mercato già avviato.

Anche le tempistiche necessarie alla programmazione vera e propria dell’app sono state ridotte drasticamente dalle funzionalità di Instant Developer Cloud, grazie alla possibilità di riutilizzare il 100% del codice scritto durante la pubblicazione delle parti mobile e di quelle web. Davide spiega: "Pubblicare le app mobile e quelle web? Bastava girare un interruttore e potevo farlo direttamente dal mio browser. Tutto avviene in automatico, senza dover toccare nemmeno una riga di codice”.

La fase di test

Due settimane prima dell’inizio dell’anno scolastico, sono iniziati i test del funzionamento del progetto: una fase delicatissima dove si deve essere pronti e precisi nell’implementazione delle funzionalità mancanti e della correzione degli errori.

Instant Developer Cloud è stato fondamentale nell’accelerare il processo: il live update delle applicazioni mobile, che permette di aggiornare tutti i dispositivi con un clic senza dover passare dai tempi dell’app store, e il sistema di analytics, che oltre alle modalità di utilizzo traccia i dati di funzionamento comprensivi di errori ed eccezioni, hanno fatto sì che la fase beta di Dieci+ scorresse liscia e spedita. Davide ammette: “Durante il beta test ho effettuato anche dieci aggiornamenti dell’app mobile in un solo giorno. Tramite il sistema di analytics vedevo gli errori, facevo le correzioni e potevo pubblicare immediatamente la versione aggiornata”.

Dieci+, la pubblicazione delle app

In concomitanza con il primo giorno di lezioni, il sistema di Dieci+ è entrato in utilizzo nella prima scuola pilota. Da quel momento, più di 400 utenti eseguono ogni giorno più di 1000 sessioni di lavoro sulla piattaforma, sia tramite l’app mobile che attraverso le versioni web. Nessun dato è andato perso e Dieci+ ha continuato a evolversi funzionalmente e, dopo gli scrutini del primo quadrimestre, a migliorare l’esperienza dell’utente grazie ai feedback e ai dati analitici raccolti. Grazie ad Instant Developer Cloud, queste modifiche possono essere applicate “a run time”, vale a dire senza discontinuità nell’utilizzo dell’applicazione.

Davide conclude così: “Sono davvero contento di questi mesi. Fondare una startup è una sfida davvero eccitante. È stato un lavoro intenso e voglio dire grazie agli amici di Instant Developer che mi hanno sempre aiutato e sostenuto nel mio percorso”.

Come funziona Dieci+?

L’architettura di Dieci+ è piuttosto complessa e le funzioni sono numerose:

- Un’applicazione gestionale cloud-nativa per la segreteria scolastica: tutte le informazioni dell’anno scolastico a portata di mano (classi, insegnanti, studenti, orari, materie), oltre alle attività di scrutinio e le comunicazioni con il sistema centrale gestito dal MIUR.

- Un’app mobile dedicata ad uso esclusivo degli insegnanti: da smartphone è possibile gestire l’agenda dell’insegnante, la procedura di appello, l’assegnazione di compiti, la distribuzione del materiale didattico e l’inserimento dei voti assegnati agli alunni in seguito ad interrogazioni o verifiche. Infine, la gestione delle giustificazioni e dei colloqui.

- Un’app mobile per i genitori e gli studenti: i genitori restano sempre aggiornati e gli alunni non possono dimenticare nulla. Si può gestire l’agenda dello studente, la consultazione dei compiti, del materiale didattico, dei voti, dei colloqui, delle annotazioni e delle giustificazioni.

Queste tre app mobile sono disponibili per iOS e per Android, ma le stesse funzioni sono utilizzabili da un normale browser web. Le applicazioni soddisfano i criteri di “privacy by design” e “security by design” richiesti dalle normative sul trattamento dei dati personali e sono completamente prive di bug che possano compromettere la sicurezza dei dati sensibili.

E tu hai già provato la velocità di sviluppo di Instant Developer Cloud?