Case study

Instant Developer ha permesso a un programmatore CAD di realizzare in completa autonomia un gestionale multipiattaforma su misura

Con Instant Developer Foundation, Devid Magoni ha sviluppato in completa autonomia un gestionale su misura nonostante avesse un background tecnico da programmatore CAD.

Devid Magoni lavora come programmatore CAD. È abituato a lavorare con Autodesk per lo sviluppo di progetti CAD 3D ed ha precedenti esperienze di programmazione con gli strumenti Oracle in ambito gestionale, maturate all’interno di team di sviluppo.

Non ci si aspetterebbe, quindi, una sua candidatura per realizzare (in prima persona e in completa autonomia) un software gestionale su misura. Per di più, un software che deve gestire diverse tecnologie e interfacce: una parte desktop, un’interfaccia mobile, una gestione multilingua e multivaluta, eccetera…

Invece è proprio questo quello che Devid fa, quando un’azienda con cui già collaborava gli accenna questa esigenza.

Il suo asso nella manica? Devid conosce Instant Developer Foundation e le sue potenzialità. Già da tempo, infatti, desiderava ampliare le sue competenze, approfondendo ambiti di sviluppo più interessanti e attuali; così, coglie al volo la possibilità di un progetto reale per raggiungere questi obiettivi.

L’azienda committente accetta. Si tratta di un’azienda industriale che produce macchinari su misura e si occupa poi, nel tempo, della manutenzione e dell’assistenza presso i propri clienti in tutto il mondo.

Ha bisogno di un sistema web-based per programmare e gestire le richieste di intervento, le manutenzioni, gli operai e i mezzi coinvolti in queste operazioni (che si parli di dipendenti o di collaboratori esterni) nonché i costi correlati. Un sistema accessibile al personale amministrativo come ai tecnici che lavorano in mobilità, e quindi multipiattaforma.

Per l’azienda, possibilità di avere un prodotto fatto su misura (ma ad un prezzo paragonabile a quello dei software standardizzati già sul mercato) è sicuramente allettante.

Instant Developer Foundation ha convinto Devid fin da subito.

Ne apprezza la filosofia di programmazione: in particolare il suo essere basato su entità semantiche collegate fra di loro, dove ogni elemento ha un significato legato agli altri.

Apprezza la possibilità di ragionare a un livello superiore rispetto alle singole componenti del gestionale (database, interfaccia mobile, reportistica, eccetera), compiendo un’astrazione rispetto alle tecnologie specifiche implementative e gestendole con un processo unico.

Questo significa rendere molto più snelli sviluppo, analisi e modifiche in corso d’opera. Soprattutto, questo rende possibile anche ad una singola persona affrontare lo sviluppo di un prodotto complesso, articolato su diverse funzioni, multipiattaforma.

In particolare, il progetto AKIS (questo il nome del gestionale commissionato a Devid) è stato per lui l’occasione per approfondire e testare le possibilità di Instant Developer Foundation.

Curioso di scoprire di più?
Esplora il nostro tour e scopri come funziona Instant Developer Foundation

Vai al tour

Dati di sviluppo

500ore di sviluppo complessivo
6mesi per il primo delivery
960ore nette di lavoro distribuite in 24 mesi
1/3il tempo di lavoro impiegato rispetto all'utilizzo di Visual Studio o Code Charge Studio
2strumenti concorrenti scartati: Visual Studio e CodeCharge Studio

Senza Instant Developer Foundation non avrei mai potuto affrontare la creazione di un gestionale partendo da zero e completamente da solo. Sarebbe stato impossibile da realizzare, per me come per chiunque altro.

La storia dello sviluppo di AKIS si intreccia in modo stretto con l’apprendimento da parte dello strumento di Devid.

Al momento in cui ha accettato la commessa, infatti, Devid aveva già usufruito di alcune ore di formazione su Instant Developer Foundation, ma era appena a metà del suo percorso di apprendimento.

Nel corso dei sei mesi successivi si è diviso fra il suo lavoro abituale e il progetto, arrivando alla consegna della prima versione nel corso di circa 6 mesi, nonostante le difficoltà inevitabili.

Oggi, con una maggiore conoscenza dello strumento, stima il tempo che sarebbe necessario in circa un terzo.

Le funzionalità sono state definite insieme al cliente e non sono mancate le modifiche in corso d’opera. La struttura di Instant Developer Foundation, però, ha permesso di affrontarle in modo relativamente semplice.

Il supporto di Instant Developer, poi, ha consentito di risolvere i dubbi maggiori e gli inevitabili bug che si creavano durante lo sviluppo.

Questo tipo di supporto rientra in quello che è il nostro Starter Kit: un vero e proprio progetto formativo che permette ai programmatori di prendere padronanza dello sviluppo web e mobile con le nostre piattaforme, utilizzando come base per la formazione il primo progetto che hanno previsto di realizzare con i nostri prodotti.

In questo modo il problema della curva di apprendimento si riduce drasticamente. Cambiare piattaforma di sviluppo per adottarne una più performante, targata Instant Developer, diventa molto più conveniente e semplice.

Così, il primo progetto diventa la palestra ideale per impadronirsi del nuovo strumento e di nuove possibilità professionali: proprio come è accaduto a Devid Magoni.

Instant Developer Foundation mi piaceva come filosofia di programma, per come è stato studiato, per il suo essere basato su entità semantiche collegate fra di loro, dove ogni elemento ha un significato preciso ed è collegato agli altri.

La prima versione del gestionale AKIS è stata consegnata dopo circa 6 mesi, nonostante diversi elementi rallentassero il lavoro. Ad oggi sono state totalizzate circa 500 ore di lavoro.

È interessante, a questo proposito, segnalare che il preventivo iniziale era stato fatto sulla base dei prezzi della concorrenza, più che su un’analisi dei tempi reali di sviluppo; alla fine di tutto, nonostante i tempi abbiano risentito in modo fortissimo dell’inesperienza dello sviluppatore, il prezzo finale è risultato comunque adeguato a remunerare le ore di lavoro.

Se da una parte la scarsa conoscenza dello strumento ha allungato i tempi, infatti, il sistema di lavoro alla base di Instant Developer Foundation ha permesso di compensare rispetto agli altri prodotti già presenti sul mercato.

AKIS, nato inizialmente su commissione, è oggi a tutti gli effetti un gestionale a disposizione sul mercato, che può essere riutilizzato dalle aziende con necessità di gestire interventi di manutenzione ed assistenza. Ovviamente, con le personalizzazioni necessarie a ciascun cliente.

Oggi Devid Magoni lavora inoltre a un secondo progetto di sviluppo affrontato con Instant Developer Foundation, apprezzando ancora di più la velocità e le caratteristiche di flessibilità di questa piattaforma di sviluppo.

Risultati

100utenti complessivi, sia interni che esterni all’azienda
200tecnici in anagrafica
100Knowledge Base Documents
500interventi
900scadenze

Di fronte alla proposta di un lavoro, usare Instant Developer Foundation mi rende più tranquillo e più sicuro di me. Posso rispondere “ok, si può fare”, anziché “devo pensarci su”.

Prova gratuitamente Instant Developer Foundation e scopri quant’è facile restare aggiornato con l’evoluzione tecnologica sviluppando rapidamente qualunque soluzione in tutta flessibilità.

Compila il form e ricevi il link per l'accesso via mail

Devid Magoni è un programmatore freelance di Bergamo. Ha collaborazioni stabili con aziende della sua zona, sia in area CAD che per software gestionali.

Per uno di questi clienti già acquisiti ha sviluppato il software AKIS.

AKIS oggi è un software disponibile per tutte le aziende che hanno necessità di gestire i propri tecnici per gli interventi di manutenzione e riparazione presso clienti, italiani ed esteri, con ampia possibilità di personalizzazione secondo le richieste delle aziende committenti.

Telefono

+39 3274211578

https://www.instantdeveloper.com/case-study/programmatore-cad-realizza-gestionale-multipiattaforma-su-misura
https://www.instantdeveloper.com/en/